Serata di Aromaterapia a FELTRE


venerdì 24 novembre ore 20,30 presso Sala Ocri FELTRE

Serata Gratuita ed Aperta a Tutti 
del progetto "Condividere i Saperi" .

L'Aromaterapia è l'arte  del "corretto" uso degli oli essenziali... i quali per propria natura se da un lato sono estremamente e facilmente riconoscibili dall'altro proprio perchè sono degli "oli" sono d'estrema difficoltà nel loro uso terapeutico.


Parlare di cura con gli oli essenziali è decisamente un errore sia concettuale sia di metodo, difatti è più opportuno inserire gli oli essenziali in quel meraviglioso e complesso protocollo che utilizza i "principi" attivi delle piante in Fitoterapia.
Pertanto diremo che gli oli essenziale, con i macerati idroalcolici e gemmoderivati sono gli elementi per poter aiutare il nostro organismo, dove è possibile, a raggiungere equilibrio e salute.

Ovviamente proprio per il loro lato aromatico gli oli essenziali possono essere utilizzati in termini ambientali e personali per il loro lato Aromatico che non trascuriamo di certo ma che non possiamo nemmeno sopravalutarer in un pensiero commerciale di infantilismo terapeutico.

In questa serata:
  • Cosa sono gli oli essenziali
  • di cosa sono composti
  • tecniche d'estraziopne degli oli essenziali

Le quattro vie:
  • la via sublinguale
  • la via olfattiva - respiratoria
  • la via digestiva
  • la via cutanea 

Relatore: Vittorio Alberti Naturopata 366 4595 970
Erboristeria Armonia piazzetta Trento Trieste 16 FELTRE (BL)

Erboristeria Armonia via Nazionale 74 b  Quero Vas (BL)

CENTRO RICERCA PIANTE OFFICINALI VENETO
 
INVERNO E DIFESE IMMUNITARIE

Il Sistema Immunitario rappresenta il miglior baluardo contro possibili attacchi esterni da parte di patogeni invasori. In certe occasioni, tuttavia, le difese immunitarie s'indeboliscono, l'organismo diviene più suscettibile alle infezioni e scatta la necessità di rafforzare tutto il sistema difensivo.
Difese naturali
Vi ricordiamo che le difese immunitarie si possono dividere in naturali ed acquisite.
Le naturali, già disponibili alla nascita sono i Natural Killer e le "barriere immunitarie" come muco, epidermide, lacrime, saliva, succhi gastrici, febbre, flora batterica intestinale... le quali sono un'importante linea difensiva, che coopera con le difese "acquisite" (create entrando in contatto con i fattori patogeni) con azione immunitarie antigene-specifiche (Linfociti B - Helper e T citossici) con azione specifica e barriera contro gli attacchi patogeni.
Lo stress, associato a patologie, all'uso smodato di antibiotici
e a fattori ambientali (freddo), può indebolire le difese naturali, in simili frangenti l'organismo dev'essere aiutato a rafforzare le proprie difese immunitarie.

Cibi da evitare il più possibile: Latte, formaggi, cibi raffinati, proteine animali, zuccheri…
Cibi da aumentare: alimenti integrali, frutta, verdura, zuppe e spremute
Fare Prevenzione significa pensarci prima rafforzando la capacità delle nostre difese immunitarie con

Oligum Manganese Rame o Rame - Oro – Argento     
30 gocce sotto la lingua  per 30 secondi, poi deglutire, 3 volte il dì prima pasti.
L’azione di questo composto di oligoelementi è quella di svolgere un’attività catalitica migliorano in termini cinetici l’efficienza dell’organismo, le sue difese immunitarie,

Difese Immunitarie dei Bambini



INVERNO E BAMBINI


È opportuno ricordare che i bambini nascono con “poche” difese immunitarie rappresentate dalle Barriere naturali dell'oranismo come muco, epidermide, lacrime, saliva, succhi gastrici, febbre, flora batterica intestinale ecc. e dai Natural Killer.
Tutte le restanti difese immunitarie sono chiamate “difese immunitarie acquisite” le quali per essere “acquisite” il bambino dovrà ammalarsi e quindi entrare in contatto con i fattori patogeni.
La fine di questa evoluzione, che porterà alla piena completezza delle difese immunitarie, coinciderà con la pubertà.   
Pertanto non vediamo la malattia come qualcosa di negativo ma un’occasione di maturazione, crescita e rafforzamento (ovviamente escludiamo le malattie gravi)

Malattie esantematiche:
Le malattie esantematiche (malattie che provocano prurito), sono delle manifestazioni tipiche dei bambini, quasi tutte di origine virale non sono “curabili” da farmaci ma sono superate dalle capacità difensive dell’organismo (sentire pediatra)
Le malattie esantematiche sono:
·    Morbillo
·    Scarlattina
·    Rosolia 
·    Quarta malattia
·    Esantema critico 
·   Varicella (nel bambino) o Herpes zoster (nell'adulto)

Gli antichi: se curi il raffreddore dura 6 giorni … se non curi il raffreddore dura 6 giorni.
Questo ci ricorda che “i tempi” di guarigione non sono determinati dalla fretta o dalla pubblicità… ma da dal tempo che i nostri “linfociti B” impiegano per creare e liberare gli anticorpi…per l’appunto 5 giorni.
Sempre gli antichi: quando venivano a conoscenza che il bambino del vicino si era “preso” una malattia esantematica, portavano i propri figli “non malati” a visitare il bambino infetto, in modo tale che il loro figlio si “prendeva” la malattia. Questa non era crudeltà ma esperienza millenaria la quale faceva preferire al genitori il “contagio” del proprio figlio forte in salute…che attendere un’altra occasione di contagio quando il loro figlio era debole e poco propenso ad una difesa immunologica…. Pertanto non tenete i vostri figli “forti” a casa dall’asilo se un altro bambino si è ammalato.

Alimentazione sana: frutta, verdura e ... funghi!
Il consumo in generale di frutta e verdura innalza il livello della risposta immunologica.
Pertanto assicurarsi almeno 5 porzioni al giorno tra frutta e verdura risulta essenziale.
Quindi: un minimo di due porzioni di frutta (equivalente a due frutti di medie dimensioni o



E’ arrivato  l’Autunno

Dopo un’estate decisamente strana ed un settembre piovoso
con temperature autunnali, il nostro prepararci al prossimo inverno dovrà essere estremamente accurato e serio.

Ma niente paura… ecco alcuni piccoli accorgimenti:

  • Facciamo una colazione mediterranea, senza appesantirci usando un buona tisana o caffè d’orzo e delle fette biscottate integrali biologiche con marmellata bio o miele;
  • Aumentiamo progressivamente la frutta acida a metà mattina e pomeriggio.
  • Riduciamo il più possibile i cibi animali (al massimo quattro pasti alla settimana)
  • Aumentiamo la varietà dei cereali, legumi e verdura rigorosamente biologici.
  • Ritagliamoci una mezzora di tempo per fare due passi, cercando di liberare la mente dagli impegni lavorativi (immergendoci nel verde);
  • Portiamoci sul luogo di lavoro un termos di tisana da bere durante la giornata, ricordandoci di fare sempre uno spuntino a base di frutta di stagione o un pascchetto di crackers integrali;
  • Pensiamo a noi stessi, e alle caratteristiche che abbiamo ereditato dalla famiglia dei genitori...perchè dovete fare prevenzione.
Che prodotti usare? Ovviamente non esistono prodotti che vanno bene per tutti…anzi ognuno di voi dovrà scegliere il prodotto giusto per se stesso… e non un banale prodotto da banco non selettivo dei vostri emuntori da rafforzare.

Se avete mangiato molto fuori casa… sarà cosa saggia aiutare il vostro fegato ad un corretto drenaggio per eliminare “scorie e tossine” (non parliamo MAI di depurazione, è un termine improprio e scientificamente errato).


Vi ricordiamo che il fegato è il primo organo che riceve i fattori nutrizionali dall'apparato digerente ed ovviament anche tutti i prodotti chimici contenuti nei cibi (fitofarmaci, coloranti, conservanti ecc.).... quindi mangiate Solo Bio.

Usate per due mesi: Fitopreparato Cardo Mater, un composto di cardo mariano, (pianta elettiva della cellula epatica), curcuma longa (epatostimolante – antinfiammatorio epatico), Tarassaco (coleretico e colagogo) e Ginepro gemmoderivato pianta elettiva del drenaggio della cellula epatica perché in questo modo permetterete al vostro fegato una funzionalità corretta ed efficiente.

Se invece fate un lavoro sedentario e si manifesta la stasi dei liquidi e la cellulite, Vi consigliamo di fare un corretto drenaggio linfatico con il Fitopreparato Sinergica  mater, un fitocomposto di quattro tipi di estratti da pianta fresca che dinamizzando la circolazione linfatica, vi permetterà di drenare i “liquidi fermi” e di ridurre drasticamente la cellulite. Vi ricordiamo che la linfa prima di essere reintrodotta in circolazione venosa-arteriosa passerà

nei nostri linfonodi dove le nostre difese immunitarie (linfociti) provederanno a distruggere virus, batteri, miceti e tossine. Se per la salute il movimento è importante per la circolazione linfatica risulta fodamentale pertanto: camminare... camminare  con passo spedito.
Per rafforzare questa azione vi consigliamo l'uso di Flavon C, composto di flavonoidi ad azione antiossidante e riparatrice del sistema circolatorio (specialmente se fate un lavoro sedentario).

Se invece siete soggetti a raffreddori, influenza ecc. sarà utile per la vostra salute e qualità di vita approntare un progetto di rafforzamento delle difese immunitarie con il  Fitopreparato Uncaria Mater, composto da Echinacea, Uncaria e Tabebuia (per stimolare i linfociti e contrastare virus e batteri) e da Betula pubescens gemme (preposto alla stimolazione del sistema fagocitario reticoloendoteliale) in poche parole con questo prodotto aiuterete il vostro organismo a tutti i livelli di difesa (cura per circa 90 giorni).

Per i bambini le cui difese immunitarie sono incomplete, utilizzeremo il Fitopreparato Echinacea, che lavorerà sull’asse difese immunitarie e riduzione del muco (flemma=muco)… avendo la chiara consapevolezza che i bambini “devono

ammalarsi” per diventare forti e crescere in salute. Fare cura a peso corporeo per tre mesi. Quindi meno iper-protezione e più gioco all’aria aperta, anche durante l’inverno.

Tutti i nostri prodotti provengono da coltivazione biologica - biodinamica e sono frutto del nostro Centro Ricerca Piante Officinali Veneto.



Per ulteriori info: erboristeria.salute@gmail.com

Dott.ssa Silvia Nogarol Naturopata cell. 389 78 21 286
- Erboristeria Hildegard viale della Vittoria 79 - Vittorio Veneto


Vittorio Alberti Naturopata cell. 366 4595 970- Erboristeria Armonia via Nazionale n. 74 b - Quero Vas (BL)
Erboristeria Armonia piazzetta Trento Trieste 16 FELTRE


Aromaterapia
 

Con il termine Aromaterapia s’intende il trattamento terapeutico o estetico mediante aromi, cioè essenze vegetali derivate da sostanze naturali o anche chimiche. È questo un termine oggi molto utilizzato per indicare tutte le cure a base di sostanze naturali somministrate sia per via aerea, sia transdermica che per ingestione. Il termine è stato associato a trattamenti
medicinali con oli essenziali naturali estratti da diverse parti di piante e/o con parti seccate e polverizzate di queste, che possono contenere ingredienti farmacologicamente attivi.

A differenza dei medicamenti che devono passare prima per l’apparato digerente, dove avvengono le prime trasformazioni, quindi attraverso il fegato, dove avviene il cosiddetto “effetto del primo passo” nel metabolismo, per poi giungere tramite il torrente circolatorio all’organo interessato ed essere quindi eliminati; gli aromi entrano, invece, senza modificarsi nel nostro organismo tramite l’unico sistema che lo può alterare, quale è la respirazione.

COSA SONO GLI OLI ESSENZIALI
Quello che noi chiamiamo Olio Essenziale (Naturale) è il risultato della distillazione a corrente di vapore di petali, foglie, radichette o pezzi di corteccia di piante aromatiche, o della spremitura della buccia degli agrumi (da non confondere dagli Oli Essenziali natural-identici o natural-mimetici, che sono ottenuti grazie alla miscelazione di molecole di sintesi, talvolta associate a piccole percentuali di Oli Essenziali naturali). Questo Olio, diverso degli oli fissi come l’Olio di Oliva, l’Olio di Mandorle dolci, l’Olio di Arachidi, ecc... è estremamente volatile e non lascia, dopo qualche minuto, nessun residuo grasso sulla carta.

Gli Oli Essenziali sono composti dall’unione di centinaia di differenti molecole “aromatiche” liberate dalla pianta se sottoposta ad azione meccanica (sfregamento o spremitura) o, semplicemente, se sottoposta al calore di un giorno d’estate. I metodi analitici attualmente in uso sono stati in grado di permetterci di distinguere, negli Oli Essenziali, fino a 10.000 molecole chimiche differenti.
Queste sostanze si definiscono “aromatiche” per le loro proprietà olfattive, dato che la loro struttura chimica non sempre è quella dei composti ciclici trietilenici.

Gli Oli Essenziali sono preparati estrattivi che richiedono molta cautela nella manipolazione e somministrazione. Sono note, infatti, anche conseguenze di tipo tossicologico legate ad un loro uso inopportuno. 
L’aromaterapia moderna è una metodica terapeutica che consiste nell’utilizzare gli oli essenziali naturali con l’obiettivo di contribuire a migliorare la salute dell’individuo, e il suo benessere psico-fisico. 
In aromaterapia si descrivono quattro vie principali di somministrazione degli oli essenziali:
       la via sublinguale (La mucosa della faccia inferiore della lingua, infatti, dà luogo ad un notevole assorbimento, a differenza della mucosa superiore, facilitato, anche,
 IPOTENSIONE – PRESSIONE BASSA


Per ipotensione si intende quella condizione caratterizzata da valori della pressione sanguigna inferiori alla normalità. 
Cause su soggetti sani: 
  • insufficiente colazione, 
  • mancanza dei spuntini, 
  • crollo della glicemia, 
  • carenza di idratazione.
Si manifesta con senso di stanchezza persistente, giramenti di testa, svenimenti se sottoposti a clima caldo. Risultati immagini per bere acqua
Un’altra condizione che facilita l’ipotensione è il ristagno di sangue nelle gambe quando, ad esempio, il soggetto rimane a lungo in piedi o a letto oppure soffre di vene varicose e difficoltà circolatoria (caviglie gonfie). L’uso di certe classi di farmaci (antidepressivi, sedativi) può anche causare un abbassamento esagerato della pressione arteriosa. 

LE BUONE REGOLE:
Mangiare almeno due volte al giorno frutta e almeno una volta al giorno verdura cruda.
Bere mezzo litro di acqua a metà mattina + mezzo litro d’acqua a metà pomeriggio  + ovviamente a pranzo e cena raggiungendo i 2 litri o 3 litri al giorno se si lavora in ambiente particolarmente caldo.
Spuntino a metà mattina e metà pomeriggio con pacchetto di crackers integrali per mantenere costante e sufficiente la glicemia (il crollo della glicemia porta all’ipotensione).
Camminare mezzora al giorno (verso sera) con passo spedito entrando in attività aerobica.

COME INTERVENIRE.


OLIGUM CU - AU AG 
30 gocce sotto la lingua, trattenere per 1 minuto Prima dei tre pati.
Questo composto interviene sull’anergia, stanchezza fisica, stanchezza mentale.
In quanto catalizzatori migliorano l’efficienza dell’organismo e la sua capacità d’adattarsi a situazioni di Stress, caldo, freddo, superlavoro ecc.

FITOPREPARATO ENERGI PLUS
40/ 50 gocce in poca acqua Prima della colazione  e del Pranzo.
Eleuterococco: adattogeno (adatta l’organismo allo stress e variazioni climatiche) –

Estate ed Alimenti sbagliati per l'intestino




Luglio il mese del tormento



Come ogni anno a metà luglio si verifica un vero dramma per molti consumatori... Ignari delle caratteristiche di molti alimenti si trovono  in una situazione incomprensibile nella quale, senza motivo apparente, il loro intestino è impazzito.

La natura ha le sue regole e come le stagioni si susseguono anche il nostro metabolismo muta, cambia e si adatta.

Se nel periodo invernale avremo una dominanza del sistema autonomo-vegetativo Parasimpatico che ci porta una maggiore "quiete" ... calma e rallentamento (questo spiega il motivo perchè molte persone d'inverno aumentano di peso), d'estate si attiva il sistema Ortosimpatico-adrenalinico il quale "velocizza" il tutto.
Voglia di muoverci, di fare attività fisica, di stare all'aperto ecc. tutte cose meravigliose se trovano un soggetto in perfetto equilibrio e in totale calma spirituale...ma se  incontra una persona che è in attesa delle ferie e quindi ha "sulle spalle" 12 mesi di stress e di preoccupazioni determinerà una maggiore contrattura di tuti i muscoli e specialmente dell'apparato digerente "stomaco-intestino.
Se questo non bastasse "inconsciamente" già da alcuni mesi abbiamo mutato la nostra  alimentazione con cibi decisamente di difficile assimilazione o che per loro natura infiammano l'intestino.

Abbiamo iniziato a maggio aumentando 
  1. lattuga (ricca di cellulosa), 
  2. pomodoro  (molto acidificanti dell'intestino)
  3. cetrioli, melone anguria (piante curcubiraceae molto indigeste)

Se questo non bastasse molte persone assumono maggiori gelati (latte + zucchero) e bibite gassate che acidificano il nostro apparato digerente.

In poche parole un vero terremoto.

Un intestino molto infiammato ineluttabilmente rischia di infiammare il bassoventre con